Stai leggendo
Acquistare all’estero

Dollaro USA e Sterlina inglese vanno male, malissimo. Lo sappiamo tutti, ne parlano i TG e i giornali, però pochi sfruttano questa crisi per risparmiare sui propri acquisti.
Se per gli USA ci sono di mezzo il rischio di una possibile imposta doganale ed un’attesa che va dai 15 giorni ad oltre un mese, non si può dire la stessa cosa quando acquistiamo in un paese facente parte dell’Unione Europea. Visto che l’inglese è la lingua straniera più conosciuta, prenderemo in esame proprio gli acquisti fatti in Inghilterra.

Tempi di consegna:
Uno dei primi miti da sfatare è quello dei tempi lunghi per la consegna. In realtà, nella maggior parte dei casi, i pacchi spediti via air-mail dall’Inghilterra giungono in Italia già il giorno successivo a quello di spedizione. A rallentare poi sono le Poste, così come accade per i pacchi nostrani. In soldoni questo significa che, con le spedizioni aeree, solitamente il pacco arriva in soli 4-6 giorni, cioè più del corriere espresso ma gli stessi tempi delle Poste con i pacchi ordinari o le raccomandate (ma anche gli stessi delle spedizioni standard di alcuni corrieri, vedi UPS).

Le spese eccessive:
Falso. Per quanto riguarda videogiochi, hardware e periferiche non troppo grandi, le spese di spedizione sono generalmente in linea con i prezzi delle spedizioni nazionali. In più, per quanto riguarda videogiochi ed altri oggetti non troppo grandi/pesanti, spesso la spedizione è gratuita!

Ci sono imposte da pagare:
Falso! Per gli acquisti effettuati in altri paesi europei non c’è alcuna dogana o altra imposta aggiuntiva.

Non è valida la garanzia:
Falso. In questo caso è direttamente il produttore a dover garantire per i 24 (+2) mesi di garanzia europea. L’unica differenza è che – in alcuni casi – non potrete andare direttamente al centro d’assistenza più vicino senza aver prima contattato, via telefono o email, il produttore. Anche i tempi di riparazione/sostituzione sono i medesimi. In ogni caso, visitate prima il sito del produttore e leggete le informazioni sulla garanzia. Se fanno i furbi, fatevi furbi a vostra volta ed ignorate quel marchio!

Convertitore di valuta
Uno strumento indispensabile per chi si avventura su siti inglesi e americani, ne trovate uno qui

Allora, dove comprare? Anche questo fa la differenza, sia per quanto riguarda i prezzi delle spedizioni che per i tempi di ricezione della merce. Se state per fare il vostro primo acquisto all’estero, consiglio di farlo in grossi store online, già ampiamente conosciuti in Italia.

Videogames

Per i videogiochi i più famosi sono thehut.com e play.com, io sinceramente preferisco entrare in un negozio e toccare con mano, come per i libri. Quando invece non trovo il titolo disponibile, mi servo da play.com, quindi prenderò in esame questo.
I tempi di spedizione, variano. A volte spediscono al volo ed il gioco mi arriva in 3-5 giorni. Altre volte latitano un po’ e serve più tempo. E se il pacco si perde? Nessun problema. Se non vi arriva nel giro di 20 giorni, li contattate e ve ne inviano un’altra copia.
Spese di spedizione? zero.
I giochi sono tutti multilingua? Non tutti. Per scoprire se il gioco che vi interessa lo è, vi consiglio di consultare questo sito: https://lixxars.com/sito/

Hardware, periferiche e tutto il resto

Per tutto il resto, il posto più conveniente resta Amazon.
Già store molto famoso quando spediva dagli USA (zero tasse doganali), da qualche anno ha aperto anche dei siti europei (Germania, Francia, Inghilterra) con relativi magazzini. Quello che prenderò in esame è il sito inglese.
I tempi di spedizione sono di 1-2 giorni, a cui vanno sommati quelli per la consegna. Questi ultimi variano a seconda del tipo di spedizione scelta, 3-5 giorni per la normale airmail (3.99£) e l’espresso (16,99£/18€) che impiega 2 giorni. Ricapitolando, dal momento dell’ordine, circa una settimana per la spedizione normale e tre giorni per quella espresso. Su Amazon è raro che la spedizione sia gratuita per l’Italia.
Anche in questo caso, qualora il pacco dovesse smarrirsi, ve ne inviano un altro, senza spese. L’assicurazione è compresa nelle spese di spedizione.
Ma si risparmia su tutto? No. Bisogna stare attenti alle offerte. Amazon funziona come un vero e proprio centro commerciale. Ciò significa che a volte abbattono i prezzi per guadagnare sulla quantità o sperando che chi ordina quell’oggetto ne ordini anche altri. Proprio come nei centri commerciali, appunto.
Su RecensioniVere, sopra ad ogni recensione, trovate un piccolo banner di Amazon con incluso l’oggetto recensito (se non vi appare, aggiornate la pagina), mentre all’interno della recensione parlo del prezzo per l’Italia. Se vedete una grossa differenza, allora è il caso di acquistarlo su Amazon. Per esempio il Yamaha Pocketrak CX costa 300 euro in Italia, su Amazon lo pagareste 200£ che equivalgono a 218€, un bel risparmio. Il mouse Logitech MX Revolution costa sugli 80€ in Italia, su Amazon costa 51£/55€.
Visto che stiamo preparando la recensione del Nintendo WII, anche qui c’è una bella differenza, con i 180/199€ del prezzo italiano e l’offerta di 139,99£ di Amazon, cioè poco più di 150€.
Differenza che è minore se andiamo a prendere una PS3 o la nuova PSP GO, su cui non sono stati praticati ancora sconti. Quindi il consiglio, visto che Amazon gli sconti li fa spesso, è di tenere d’occhio gli oggetti che sono di vostro interesse e fare la “cavalletta” appena arriva il taglio.

eBay

Capitolo e discorso a parte vale per eBay. Qui i costi di spedizione, i tempi, i problemi in caso di smarrimento, variano da venditore a venditore, proprio come per i normali acquisti “casalinghi”. In più c’è la minaccia del mercato parallelo, di cui avevamo accennato qui. Il mio consiglio è di acquistarci solo l’usato e gli accessori, specialmente per le spese “importanti”, cioè dai 150 euro in sù.

Spero che questa piccola guida sia stata utile a quanti di voi erano scettici sugli acquisti all’estero. Ovviamente verrà aggiornata qualora dovessero emergere nuove leggi o qualche nuovo sito!