Stai leggendo
Riparare le cuffie Logitech Freepulse

Qualche anno fa furono oggetto di una delle nostre prime recensioni. Le Logitech Freepulse sono state delle cuffie wireless tra le più apprezzate e diffuse, non fosse per un piccolo difetto: tendevano a rompersi troppo facilmente!

In giro per il web troviamo ancora nuovi topic con richieste d’aiuto sul come ripararle, così ci abbiamo rimesso mano per cercare di fare una breve e semplice guida.

Materiale occorrente:

– saldatore da 10€
– stagno

Se siete pratici, naturalmente, un saldatore migliore, l’occorrente per dissaldare, etc. Ma chiunque può ripararle con quanto indicato sopra.

Vi risparmiamo le foto di come smontarle, che allunga inutilmente l’articolo facendovi sprecare inchiostro in caso di stampa. Per smontarle è sufficiente svitare la piccola vite esposta sul lato interno del padiglione; sollevare il piccolo anello argentato; far leva sui lati con un cacciavite piatto per aprire. Finito.

Dando un’occhiata all’interno, si capisce subito qual’è il problema di queste cuffie e perché si rompono così facilmente:

Esatto: l’interruttore è agganciato in modo non sufficientemente saldo alla piastra e questo causa il suo distacco dopo aver esercitato un po’ di pressione di troppo! Un errore di costruzione stupido, facilmente riscontrabile dopo i dovuti (ed evidentemente mai fatti) controlli sui pulsanti. Pensando alla cura che solitamente Logitech adotta sull’assemblaggio dei suoi prodotti, è davvero inspiegabile come abbia potuto mettere in commercio il prodotto con questo problema.

Come si ripara?

Noi ne abbiamo due paia rotte, così sul primo abbiamo voluto proprio sperimentare se fosse davvero una riparazione alla portata di tutti oppure no. La risposta è sì! E le foto che seguono (con saldatura orrenda! XD) lo dimostrano.

Quello che dovete fare è quindi:

– far pressione sull’interruttore in modo da rimetterlo in contatto con la piastra
– tenerlo fermo in posizione con l’aiuto di una mini-pinzetta o di una graffetta
– utilizzare una goccia di stagno, per lato, in modo da fissare l’interruttore

Quando lo stagno si sarà raffreddato, potrete subito verificare se le cuffie funzionano o meno, pigiando l’interruttore (perché prima le avete caricate, vero?).

Se, come nel nostro caso, pasticciate con troppo stagno, abbiate cura (in mancanza di attrezzatura adeguata) di separare lo stagno collegato all’interruttore dal resto. Per farlo è sufficiente che ci passiate di mezzo col saldatore creando una fenditura (come in foto). Et voilà! Funzionano!

 

Avete appena recuperato una delle migliori e più leggere cuffie wireless in circolazione! Adesso che sapete il difetto, ovviamente, evitate di pigiare con troppa forza sull’interruttore!

Se questo consiglio ti è servito a risparmiare sulle nuove cuffie, usa un nostro link Amazon quando acquisterai qualcosa lì! :D

Aggiornamento gennaio 2018: Funzionano ancora, sono incredibili! Logitech rifalle!