GADGETS
Stai leggendo
Asus O!Play HDP-R1 e HDP-R3 Air

Anche l’Asus è entrata da qualche tempo nel mercato dei media players e lo ha fatto con O Play e O!Play Air, due lettori compatti in grado di leggere gran parte dei formati video (anche Full-HD), audio e immagini.

I due prodotti sono del tutto simili, con qualche differenza estetica dovuta più che altro all’aggiunta di alcune porte ed un led in più nella versione Air dotata di Wi-Fi.
Il HDP-R1 è stato tenuto in qualche modo “vivo” con qualche aggiornamento sino all’uscita dell’O!Play Air, che rappresenta un aggiornamento hardware del primo. Così facendo Asus ha praticamente delistato un prodotto che era uscito da pochi mesi, rendendolo ancora meno conveniente da comprare. Tra l’altro non è sceso nemmeno il prezzo e con 99€ di alternative se ne trovano.
Per questo motivo passiamo col parlare direttamente della versione HDP-R3, che ha qualche difetto in meno dell’altra e rende l’idea di media player che si sono fatti in casa Asus. Uscito ormai da 6 mesi, sul sito di Asus Italia non vi è traccia del prodotto (o è ben nascosto).
Le prime notizie positive sono l’aggiunta del wi-fi integrato (che non supporta le cuffie) e delle porte per le schede di memoria. Spesso questi lettori vengono anche utilizzati per vedere direttamente sulla tv gli ultimi scatti e gli ultimi video girati con fotocamere e videocamere. Continua a mancare un ingresso component, compensato però da quello eSata presente in entrambi i modelli, e manca un cavo HDMI in dotazione, preferendo quello composito. Molti utilizzatori si servono di ciò che la scatola offre e guardare un video Full-HD con un composito non è esattamente la stessa cosa…

Il telecomando è semplice da usare ed abbastanza maneggevole, a non convincere è il design… de gustibus.

Dopo le critiche che hanno colpito sia la versione R1 che la nuova R3, Asus ha cominciato a fare sul serio coi firmware, rilasciandone di più corposi e tesi a migliorare l’esperienza d’intrattenimento, soprattutto elevando il numero di feed RSS ed internet radio/TV disponibili. Ovviamente noi italiani, così come molti paesi europei (UK escluso), ci attacchiamo al tram per l’assenza di contenuti video validi nella nostra lingua. Questo è un problema che affligge tutti i lettori e che la dice lunga sulle capacità di marketing dei responsabili italiani ed europei. Presenti Picasa e Flickr, assente ingiustificato è YouTube, che appunto avrebbe potuto controbilanciare l’assenza di contenuti video per l’Europa.
Durante le nostre prove non abbiamo riscontrato alcuna difficoltà nella lettura dei file, così come nel loro streaming da Windows 7, con entrambi i modelli. Qualche rallentamento si nota solo nei video Full-HD molto pesanti e, più in generale, nella navigazione. L’interfaccia è semplice ma l’immediatezza si perde col tempo impiegato nei vari caricamenti.
Il prezzo è di 129€, troppo per l’appena discreta qualità del software e se paragonato a ciò che offre il – più piccolo e da noi recensito – lettore della AC Ryan per soli 99€.