GAMING
Stai leggendo
Cyberpunk 2077 avrà contenuti esclusivi su GOG?

Quali contenuti di Cyberpunk 2077 saranno un’esclusiva di GOG? È questa la domanda che, off the record, molti giornalisti stanno indirizzando ai PR di CD Projekt. Già lo scorso anno si erano rincorse voci su una presunta, totale, esclusività del titolo sulla piattaforma di proprietà degli stessi sviluppatori. Il 22 febbraio di quest’anno Adam Kicinski, CEO di CD Project, aveva escluso questa possibilità. Molti ne scrissero come di una scelta ovvia, in qualche modo risaputa, «perché l’esclusività non è nel DNA dei CD Projekt». Cosa è cambiato ora con Cyberpunk 2077?

Sempre lo scorso 22 febbraio, Kicinski disse che quella di The Witcher era stata pensata come una trilogia, sin dall’inizio, e che non ci sarebbe stato un quarto capitolo. Incalzato sull’universo dello strigo, rispose sornione che le priorità del momento erano Cyberpunk e Gwent… Ma che ciò non avrebbe impedito, in futuro, di sviluppare qualcos’altro che ruotasse intorno a quella saga. Quel “qualcos’altro” è stato annunciato il 18 settembre: Thronebreaker: The Witcher Tales. La saga è viva, scalcia ed è esclusiva GOG nella versione PC.

Thronebreaker: The Witcher Tales

GOG.com è cresciuto e si è fatto conoscere sempre di più, passando da distributore di vecchi giochi (Good Old Games) a vetrina promozionale dei giochi indie che valeva la pena di giocare. Differenziandosi da Steam proprio per questa selettività: niente fuffa, solo bei giochi. E infine quello che secondo noi è stato il vero successo della piattaforma: GOG Connect. Poter reclamare, a periodi, alcuni dei titoli posseduti su Steam anche su GOG è un buon modo per spingere a provare usare davvero GOG. Alcuni di noi hanno iniziato a fare acquisti su GOG e sono tornati ad apprezzare il gioco libero da DRM (e connessione attiva) proprio dopo aver ingrassato la libreria attraverso il Connect.

Adesso, nel pieno dei festeggiamenti per i suoi primi dieci anni, GOG rinuncia a quel DNA che gli avevano attribuito e che non aveva mai vantato. Non lo fa in via sperimentale, con un giochino casual da dieci dollari, ma con il suo blockbuster, con la saga più amata, a 30$ (25.89€). Molti addetti ai lavori ci hanno visto un tentativo di staccarsi da Steam e porsi come alternativa. Noi pensiamo che un’alternativa così, fatta di esclusive e titoli di altri sviluppatori c’è già e si chiama Origin. Steam ha forse sofferto Origin e il vantaggioso Origin Access?

Secondo noi CD Projekt vuole – molto più semplicemente – cercare di incassare di più, tagliando (almeno in un primo momento) la percentuale che prenderebbe Steam.  Quanta gente acquisterà un loro gioco in esclusiva su GOG? E quanti preordineranno Cyberpunk 2077 su GOG in cambio di qualche contenuto esclusivo gratuito? Un DLC? The Witcher 3 gratis? Ah!! Saperlo!!