HARDWARE
Stai leggendo
Noctua NT-H1
Nei preferiti

Se fino a pochi anni fa si andava da “quello che capisce di PC” anche per montare un lettore cd, oggi molti sanno assemblare e sostituire da soli i singoli componenti. Allo stesso tempo tutti hanno voglia di fare un po’ di overclocking e la scelta della pasta termica comincia a essere un discorso meno da smanettoni. Come di consueto, non intendiamo darvi pareri puramente tecnici, ma ci rivolgiamo sempre a chi, più che al mezzo grado in più o in meno, vuole semplificarsi la vita e sapere quale pasta termica fa al caso suo. Noi abbiamo testato due tubetti di marche diverse e vi presentiamo la Noctua NT-H1 perché ne è uscita meglio per una serie di ragioni che andremo ad esporvi.

Noctua NT-H1Le dimensioni contano

Prima di tutto le dimensioni. La NT-H1 viene venduta in una confezione da 1.4ml, sufficiente per circa 15 applicazioni. Di fianco la confezione dell’altro composto, da 3.5g. Sulla confezione troviamo le istruzioni, alcune specifiche e le raccomandazioni. Noctua consiglia di conservare il tubetto per un massimo di due anni e di cambiare quella applicata ogni 3. Non vengono specificati i componenti di cui è composta, possiamo dire che è più chiara, omogenea e meno unta dell’altra.

Come si applica?

Sulle istruzioni che accompagnano Noctua NT-H1 si raccomanda di versare una goccia di 4-5mm di diametro sulla CPU e poi spalmarla roteandoci sopra il dissipatore. Sono le stesse istruzioni che trovate un po’ ovunque, perché è il metodo più rapido, non perché sia il migliore. Per noi il metodo migliore resta quello del dito! Portato avanti per oltre un ventennio, non abbiamo mai avuto problemi. Prendete un pezzetto della comune pellicola per alimenti e rivestite il dito indice. La pellicola deve essere ben testa. In questo modo si riesce ad amalgamare il prodotto, distribuendolo in maniera omogenea su tutta la CPU. Lo strato deve essere sottile come un velo.

Fatto?

La pasta non è elettroconduttiva né corrosiva, quindi non ci sono rischi di far danni nell’applicarla. L’applicatore è un po’ duro rispetto agli altri e ciò permette di dosare quel poco che serve con la massima precisione, riducendo il rischio di spreco. L’applicazione è semplicissima e veloce, così come la pulizia. Il fatto che sia meno unto e grasso di altri prodotti, facilita infatti entrambe le operazioni oltre che lasciare una certa soddisfazione nel vedere un risultato davvero preciso. La Noctua NT-H1 serve a colmare i piccolissimi gap tra dissipatore e cpu, per questo deve essere spalmata a velo.

L’untometro ce l’abbiamo solo noi!

Tra le foto trovate diverse comparazioni che rendono l’idea di quanto sia “materialmente diversa” e più semplice da spalmare, con tanto di “untometro” amatoriale a cui potevano pensare solo le nostre menti malate.

Il prezzo è di 7/8€, ottimo rapportando semplicità, qualità, quantità e durata dell’applicazione. Noctua è riuscita a produrre il composto termico definitivo perché adatto a tutti, dai principianti a quanti adottano soluzioni più estreme.

Noctua NT-H1Noctua NT-H1Noctua NT-H1Noctua NT-H1Noctua NT-H1Noctua NT-H1Noctua NT-H1Noctua NT-H1

p.s.: nelle foto l’abbiamo stesa su un vecchio dissipatore in rame per avere una superficie più ampia, ovviamente si stende sul processore!

Giudizio
Voto
Voto Rapido
92%
92%
Voto
Hai votato