HARDWARE
Stai leggendo
Noctua NH-C12P SE14
Articolo

Il dissipatore recensito oggi è il successore del NH-C12P, nonché il quinto prodotto di Noctua che vi presentiamo. In questi mesi abbiamo imparato a conoscere sempre meglio il marchio austriaco e preso confidenza col suo modo di coccolare il cliente, garantendo sempre bundle “golosi” a “guarnire” gli ottimi prodotti offerti.

 

Anche se il Noctua NH-C12P SE14 costa poco meno del già recensito NH-D14, i due prodotti non sono in concorrenza tra loro ma si rivolgono a chi ha esigenze differenti. La prima differenza è il prezzo, circa 20 euro in meno del D14. La seconda sono le dimensioni, che in questo caso sono più ridotte e – soprattutto – è più basso, perciò compatibile con qualsiasi chassis. La terza è il peso, praticamente dimezzato. E le prestazioni? Per quello dovrete continuare a leggere!

La confezione è da standard Noctua: cartoncino bianco, due finestre per sbirciare all’interno e tutte le informazioni possibili stampate sui quattro lati. Il bundle che accompagna il dissipatore è come sempre completo, generoso e ben curato:
– Manuale, diviso in due parti (Intel e AMD), di facile consultazione e ricco di illustrazioni
– Tubetto di pasta termica NT-H1 (leggi la recensione)
– Ventola da 140mm NF-P14 (leggi la recensione)
– Case-badge in metallo
– Adattatori LNA e ULNA
– Kit di montaggio AMD e Intel

Ventola e pasta termica sono entrambe nostri “staff’s choice”, potete leggere le relative recensioni ai link riportati sopra.

Quando testiamo un dissipatore, prima ancora di assemblarlo deve convincerci la qualità della sua costruzione. Che materiali sono stati utilizzati? Le lamelle hanno il giusto spessore? Le giunture sono saldate?  Sono fattori a cui non si concede spesso il giusto peso, eppure non solo influiscono sulle prestazioni a lungo termine ma danno anche un’idea di come lavora chi l’ha progettato e messo in commercio, del rispetto che si ha per il cliente. È sbagliato considerare un dissipatore alla stregua di “un pezzo di metallo” il cui unico interesse sta nel leggere un mucchio di numeri spalmati su una tabella. Questo uno dei motivi per cui non pubblichiamo mai tabelle ed il perché delle tante macro nei nostri servizi fotografici.

Il Noctua NH-C12P è assemblato divinamente. Le lamelle d’alluminio non si piegano, sono un po’ più spesse della norma e tutte connese tra loro attraverso delle “alette” che potete vedere nelle foto n. 15, 16 e 17.
Ad attraversare le alette ben 6 prestanti heatpipes di rame placcate nickel (lo stesso vale per la base del dissipatore). A rendere più aggressivo il design ci pensa la rifinitura “borchiata” delle heatpipes.
Ora, per il discorso fatto prima sulla qualità del lavoro, guardate bene come terminano le heatpipes di questo dissipatore: tutte uguali. Poi aprite il vostro chassis e osservate quelle del vostro dissipatore, c’è un’elevata probabilità che siano troncate malamente o comunque con superficialità, tutte diverse. In prestazioni tutto ciò non vuol dire nulla ma fa la differenza tra chi mette impegno in quello che fa e chi vende il pezzo di metallo…
Stesso discorso per le giunture, che spesso non sono saldate nemmeno nei dissipatori di fascia alta e qui si.

L’assemblaggio è semplice e rapido grazie al kit di montaggio “SecuFirm2” brevettato da Noctua. A inizio recensione vi abbiamo parlato di esigenze diverse rispetto al NH-D14 e la prima notizia è che questo C12P può essere montato all’interno di un chassis desktop (quelli piatti, da scrivania, per capirci). Nei chassis a torre si dimostra altrettanto versatile, potendo essere montato in tre versi, l’unico sbagliato è con le heatpipes verso l’alto.
Nessun problema anche nelle motherboard con la ram sistemata un po’ troppo vicina alla CPU o con dissipatori vicini, lo spazio di 44mm è sufficiente (a patto di non avere moduli con accessori dissipanti che ne aumentano l’altezza).

Le prestazioni non di discostano molto dalle ottime registrate col NH-D14 (anche sotto overclock), confermando che non ci troviamo di fronte ad una competizione interna ma ad una scelta fatta di gusti e di spazio all’interno del chassis.

Il costo del dissipatore è 65€. Stiamo parlando di un dissipatore ad aria di fascia alta, curato nei particolari, che comprende nel bundle un tubetto di pasta termica da 8€ e una silenziosa ventola da 25€. Il prezzo ci sta tutto.

PRO
– Bundle di lusso
– Prestazioni
– Design
– Rifiniture
– Buon prezzo

CONTRO
– …

 

[pe2-gallery album=”http://picasaweb.google.com/data/feed/base/user/117305950321697779382/albumid/5513550486844284865?alt=rss&hl=en_US&kind=photo” ]

 


Offerte della Settimana
Giudizio
Voti
Voto Rapido
86%
86%
Voti
Hai votato
Reazioni
Felice
0%
Sorpreso
0%
Incerto
0%
Triste
0%
Arrabbiato
0%
Mio!
0%