GADGETS
Stai leggendo
Popcorn Hour A200
Articolo

Anche questa settimana vi presentiamo un media player tra i più completi in circolazione: il Popcorn Hour A-200.    A differenza dei classici “media player”, questo A200 è più simile ad un vero e proprio “media center” con IPTV o, per essere più corretti, è un “networked media tank”.
Basato sul processore Sigma SMP8643 (667MHz), dotato di 512MB di DRAM DDR2 e 256MB NAND flash, supporta tutti i tipi di file multimediali in circolazione: specifiche tecniche.

La confezione è realizzata in cartone semirigido bianco con scritte nere. Molto semplice e basilare, presenta il disegno del media player con una breve descrizione sul davanti e le specifiche tecniche complete sul retro.
Anche se la confezione non sembra granché protettiva, a noi è arrivato tutto intero da Shenzhen (Cina), con solo qualche ammaccatura sui bordi dello scatolo.
All’interno della confezione, l’A200 è protetto da una sottile busta in polietilene espanso, a fianco è posto il telecomando. Nella sezione inferiore ci sono l’alimentatore, il cavo USB, il cavo HDMI lungo 1.5m, 2 batterie AAA, le viti per il fissaggio dell’hard disk e due guide rapide: una per il montaggio dell’HDD e l’altra per il software.

La scocca esterna è in plastica, non di grande qualità, di colore nero con la parte superiore rifinita a lucido e recante il marchio Popcorn Hour. La scocca in plastica può piacere come non piacere, è molto relativo. C’è chi preferisce avere un prodotto più solido ed elegante e chi qualcosa di più “giocattoloso”, simile ad una console di gioco. L’importante è non farsi ingannare dalle apparenze poiché ciò che conta è il contenuto della scatola e non la scatola. Le dimensioni sono ridotte: 270mm x 150mm x 50mm con un peso di soli 480g (senza HDD). Può essere posizionato praticamente ovunque.
Sulla parte frontale del box ci sono la presa USB, i led di stato (quando acceso, il led è bianco e poco luminoso, nulla di fastidioso) e la porta IR per il telecomando. I lati sono liberi mentre sul retro ci sono tutte le connessioni possibili tranne l’eSATA.

L’avvio, senza unità interna, è molto rapido. Un po’ più lungo quando è presente un HDD carico di dati e questo dipende anche dal tipo di HDD. La sua installazione è semplicissima: basta svitare 5 viti, connettere l’unità, fissarla, rimettere il coperchio. La rumorosità della ventola è molto bassa anche quando l’A200 diventa caldo e resta praticamente impercettibile. Senza unità disco interna o con SSD il box riesce a non scaldarsi troppo anche dopo ore di utilizzo. Con l’HDD, dipende dal modello, quello da noi utilizzato non scalda molto e le numerose prese d’aria aiutano. Volendo si possono anche utilizzare un’unità disco esterna così come un lettore DVD o Blu-Ray.

Il telecomando è leggero e molto piacevole al tatto grazie alla rifinitura gommata posta sul retro. Retroilluminato, risponde bene ai comandi, con tutti i limiti dell’IR, cioè bisogna essere di fronte all’apparecchio. Visto il basso costo delle soluzioni Bluetooth, ci chiediamo il motivo per cui si continua a portare avanti una tecnologia obsoleta.

Il WiFi non è incorporato ma si utilizza una chiavetta a parte. Quella ufficiale costa poco (specialmente in bundle) e chi ha in vendita il media player ha anche la chiavetta. Altrimenti le uniche compatibili sembrano essere quelle con chip Realtek. Ne avevamo con 3 chip diversi e l’unica funzionante era quella.

Come abbiamo scritto all’inizio della recensione, l’A200 legge qualsiasi file multimediale, sottotitoli compresi. L’elaborazione da HDD è molto veloce anche per i video ad alta definizione di 8/9GB, lo stesso vale per i comandi forward e rewind così come per tutte le altre funzioni. Qualche rallentamento c’è solo nello zoom se non mettete il video in pausa (a patto che troviate utile farlo!). Dopo l’aggiornamento all’ultimo firmware disponibile, non abbiamo riscontrato nessun problema nemmeno con i video con doppio audio né con ogni altro tipo di file. Qualche rallentamento/esitazione riscontrabile nei nostri video caricati su Youtube è da imputarsi esclusivamente al fatto che il telecomando non era in linea con la base e quindi non arrivava il segnale.

L’aggiornamento del firmware non si può fare direttamente online ma bisogna scaricare prima i file sul proprio PC, trasferirli su chiavetta e selezionarli poi dal A200. Le operazioni sono semplici e veloci, l’aggiornamento dura circa 5 minuti. Unica pecca l’assenza di aggiornamenti cumulativi, il che significa dover scaricare entrambi quelli disponibili ad oggi e caricarli singolarmente. Le operazioni vanno fatte inserendo la chiavetta nella presa USB posta sul retro e non su quella davanti, è importante ricordarselo perché altrimenti non riuscirete mai ad aggiornarlo!

La community online è attiva, con quasi 40 mila utenti registrati sul forum, gli aggiornamenti sono periodici e ci sono decine di plug-in e personalizzazioni varie disponibili. Popcorn Hour ha annunciato, proprio in questi giorni, il supporto per il 3D, così come dovrebbe essere prossima l’uscita di una nuova e più accattivante interfaccia grafica in flash. Quella presente, rispetto a quanto visto su altri media player, possiamo comunque definirla avanzata nella sua semplicità. Spesso questo lato è trascurato, mentre la Popcorn Hour l’ha curato e continua a farlo.

Oltre ai contenuti offline, grandissimo spazio è dato a quelli online. Non solo la possibilità di utilizzare l’A200 come NAS, ma anche un’infinità di servizi web e portali direttamente accessibili dalla vostra TV. In Italia purtroppo mancano convenzioni con network locali e chi non conosce l’inglese non potrà certo apprezzare i canali CNN, CBC, NBC, CNET, SayaTV, etc. L’utilizzo sarà praticamente limitato a Flickr, Youtube, Picasa e le centinaia di radio online oltre alle funzioni NAS, i media servers e la possibilità di utilizzare BitTorrent.

L’impressione finale è di trovarsi di fronte ad un prodotto di grande qualità. Potreste passare ore ed ore solo a vagabondare tra i canali, seguire le notizie online o provare nuove skin, senza accorgervene. La riproduzione classica dei file (audio, video, immagini) è semplice ed intuitiva. Chiunque è in grado di far partire i divx o di mostrare le foto scattate con la propria fotocamera. Il prezzo ufficiale è di 179$ (€143), in Italia costa €200, in Inghilterra £180. Il prezzo qui è un po’ troppo alto visto il risparmio sulla scocca, l’assenza della funzione recording e la scarsa godibilità dei tanti canali a disposizione per chi non ha buona conoscenza della lingua inglese.

PRO
– Legge tutto…
– …anche su lettore esterno
– Semplice da utilizzare
– Interfaccia curata
– NAS
– Aggiornamenti frequenti, grande community
– Silenzioso
– Supporterà il 3D

CONTRO
– Scocca di plastica
– Design poco curato
– WiFi non incluso
– Non registra
– Assenza di partnership nazionali per i canali

 

 

 


Reazioni
Felice
0%
Sorpreso
0%
Incerto
0%
Triste
0%
Arrabbiato
0%
Mio!
0%