GADGETS
Stai leggendo
LG Flatron w2486l e w2286l
Articolo

I Flatron LG W2486L ed LG W2286L sono due monitor LED estremamente sottili che si differenziano l’uno dall’altro, come avrete già intuito, per la loro dimensione: 22 o 24 pollici (Esistono anche le versioni “PF”, che si differenziano per la finitura lucida). Questo monitor (il 24″) lo abbiamo provato in realtà qualche mese fa, però in Italia era difficile da trovare ed il prezzo rendeva il suo acquisto ancora meno appetibile. Così si è preferito lasciarlo in disparte in attesa che il prezzo fosse congruo in rapporto con le sue prestazioni.
Quel momento è arrivato, a volte si trova anche in offerta nelle grosse catene di distribuzione (Mediaworld, Expert, Euronics etc.), allora ecco cosa ne pensiamo.

Il design, come spesso capita per i monitor di LG, è ricercato. Per quanto si stia parlando di una mera questione di gusti personali, è apprezzabile che LG tenti spesso di offrire design particolari e non qualcosa di già visto. Tutta la scocca del monitor, così come la sua base, sono lucide. Lo schermo invece è disponibile sia opaco (con rivestimento anti-glare) che in versione lucida (sigla PF); sconsigliamo l’acquisto della versione lucida a chi ha fonti di luce nei pressi della collocazione del monitor. La base ha l’angolazione regolabile ma non l’altezza, contrariamente a come può apparire in foto, è tutt’altro che fragile e non traballa.

Lo schermo è tra i più sottili mai visti, se non il più sottile in assoluto, il sacrificio richiesto in cambio è quello di avere l’alimentatore a parte e non incorporato nella scocca. Inoltre le porte sul retro non sono posizionate per un aggancio verticale ma orizzontale, senza alcuna maschera a coprire i collegamenti. Noi siamo dell’idea che un monitor può tranquillamente essere sottile per 3/4 ed infine presentare una bombatura per le porte e l’alimentazione. Farlo completamente sottile ha un senso quando questo può essere appeso, ma non è il nostro caso, quindi a che pro?

I comandi sono di tipo “touch sensitive”, non offrono quindi alcun feedback al tatto e ci vuole un po’ per abituarsi. La navigazione tra i menù è intuitiva, tuttavia c’è da perderci un po’ di tempo i primi giorni. I settaggi di fabbrica non sono ottimali e bisogna lavorarci sopra munendosi di pazienza.

Queste le caratteristiche tecniche direttamente dal sito di LG:

Come potete notare, ancora una volta il sito di LG Italia genera confusione riportando alcune informazioni sbagliate. Le porte HDMI sono 2 e la risoluzione Full-HD non può certo essere quella. Che sia in corso un sabotaggio per far vendere meno? 🙂

Passiamo alle performances. Qui molto dipende dall’utilizzo che fate del monitor o, per lo meno, dall’uso principale. Vista la presenza di ben 4 connessioni, di cui 2 HDMI, abbiamo potuto testare il monitor a 360° senza perdere tempo nel disconnettere una periferica per connetterne un’altra e dunque con le idee più chiare sulle differenze che si palesavano immediatamente davanti ai nostri occhi.

Il punto forte della serie 86L è la nitidezza dei dettagli. Che sia una foto, un film o un videogioco, l’effetto wow non tarderà a manifestarsi. Passato l’effetto, il nostro compito è quello di porre in evidenza le lacune…

Luminosità: il monitor è molto luminoso, fin troppo, ed è la prima cosa da tirar giù. È la prima volta che ci troviamo davanti ad un 250 cd/m2 con una luminosità così intensa. Questo fattore favorirà i toni chiari indebolendo però quelli scuri.

Contrasto e colori: buoni ma non esaltanti. Nei videogiochi questo monitor da’ il meglio (tempo di risposta 2ms), ma nei film i punti deboli emergono ed i colori appaiono un po’ snaturati.

È pur sempre un monitor e non una TV, questo bisogna tenerlo a mente. Sia nei videogiochi per PC che se collegato ad una console, il risultato non delude ed è uno spettacolo per gli occhi. La nitidezza è utile anche in chi lo usa per lavoro, compresi quanti si dilettano nella grafica web. Ci sentiamo invece di sconsigliarlo agli amanti più incalliti di Photoshop perché non riusciranno mai a calibrarlo a dovere.

La visione dei canali televisivi l’abbiamo sperimentata tramite una scheda TV Terratec, ma potrete anche utilizzarla come tale collegandoci un decoder con uscita HDMI e, ovviamente, uscita audio, visto che il monitor non ha gli speaker incorporati. La resa è buona e la differenza si ha solo con TV molto più costose di questo monitor, può quindi rappresentare un’ottima soluzione per quanti non hanno molto spazio nella propria stanza ed una valida alternativa agli LCD monitor/TV che generalmente non hanno una buona resa con i videogiochi.

Il prezzoè circa €270 per il 24” e di circa €220 per il 22”, difficile trovare un prodotto così versatile, con due porte HDMI, e di maggior qualità in questa fascia!


Offerte della Settimana
Giudizio
Voti
Voto Rapido
77%
77%
Voti
Hai votato
Reazioni
Felice
0%
Sorpreso
0%
Incerto
0%
Triste
0%
Arrabbiato
0%
Mio!
0%