GAMING
Stai leggendo
Nintendo DSi – Recensione 2010
Articolo

Per noi, e molti di voi lettori, questa settimana rappresenta quella brutta del rientro dalle vacanze. Altri, invece, partiranno proprio in questo fine settimana o nella prima settimana di settembre ed è soprattutto a loro che dedichiamo questo primo articolo post-ferie. Chi in viaggio come in vacanza non vuole portarsi dietro carta e penna, chi odia il sudoku, chi “si, la vacanza è relax”, chi “ben vengano i giochi casual, i platform e le avventure punta-e-clicka”, trova nel prodotto di oggi ciò che stava cercando.
Il Nintendo DSi non necessita di grandi presentazioni: tutti lo conosciamo, abbiamo letto recensioni, siamo a conoscenza delle differenze rispetto ai predecessori. Per queste ragioni non vi annoieremo ripetendo quanto è già reperibile sul web da anni, ma analizzeremo le ragioni che possono portare ad un suo acquisto oggi, come abbiamo già fatto in precedenza con la Wii.

L’uscita del DSi XL e l’annuncio del Nintendo 3DS, hanno fatto calare sensibilmente il prezzo del DSi, soprattutto dell’usato (anche i giochi), portandolo ad essere più appetibile e davvero alla portata di tutte le tasche. Al contempo, però, il 3DS – dato in uscita per la fine di quest’anno – ha portato a pensare alla morte del DSi, una morte che tanto immediata non è. Queste le ragioni.

1. Il 3DS non sarà per tutte le tasche. Ancora non esiste un prezzo ufficiale, ma si parla di 250€, che sarebbe ovviamente un’esagerazione.
2. Il lancio in Europa, e quindi in Italia, avverrà sicuramente nella primavera del 2011, come successo in precedenza.
3. Il parco giochi del DS è oggi immenso, impossibile non trovarne almeno una decina che valga la pena giocare, qualunque siano i vostri gusti.
4. Il prezzo del nuovo è di 140€ (a volte meno, in offerta), usato lo trovate a meno di 100€ (anche 80). Entrambi i prezzi sono niente male per un prodotto che vi accompagnerà per un anno o quasi.

La comodità prima di tutto.

Assodato che la console non finirà in un cassetto per almeno un altro anno e che ci sono giochi sufficienti per soddisfare ogni palato, passiamo alla nota per i più pigri: è confortevole giocarci?
Non per niente abbiamo cominciato parlando di vacanze e di relax.

Che siate sdraiati sotto l’ombrellone o seduti in metropolitana, giocare col DS è sempre comodo. L’autonomia delle batterie è notevole e gli schermi non affaticano la vista. A tal proposito, c’è chi in redazione lo utilizza prima di prendere sonno, proprio per rilassarsi.
Diverso il discorso per alcuni giochi, in particolare quelli in cui bisogna tenere costantemente premuto qualche tasto. Qui i controlli mostrano il loro limite, non è una console “ergonomica”, e dopo qualche partita arriveranno i crampi. È vero che la console è pensata per giochi che devono sfruttare touch e pennino, però sarebbe bastato posizionare meglio i tasti… (col 3DS, a giudicare dalle immagini, il problema non sarà risolto).

Per le sue dimensioni ed il peso è senz’altro più comodo della versione XL, questa la ragione per cui abbiamo scelto di trattare una versione precedente piuttosto che l’ultima.

I titoli da non perdere.

– Grand Theft Auto: Chinatown Wars
– Mario and Luigi: Bowser’s Inside Story
– Chrono Trigger
– The Legend of Zelda: Phantom Hourglass
– New Super Mario Bros

Questa è, secondo noi, la top 5 dei titoli per NDS. Per gli altri, molto dipenderà dai vostri gusti.
Il consiglio è di non farvi influenzare troppo dalle recensioni, poiché ci sono giochi non trattati benissimo dalle recensioni che vale la pena giocare.

– Ace Attorney: È una serie (da giocare ad ogni costo dal primo capitolo) che vi farà vestire i panni di un avvocato difensore/detective.
– Trauma Center: Per i fan dell’Allegro Chirurgo. Tagliuzzare e ricucire pazienti col pennino…
– Animal Crossing: Non necessita di presentazioni (chi l’ha giocato su Wii, difficilmente lo rigiocherà qui)
– Tanti GDR: Final Fantasy (serie), tanti sui Pokemon (apprezzabili anche da chi detesta il cartone), Kingdom Hearts, Dragon Quest (serie), Dragon Ball, Zelda!

E ancora, in ordine sparso: i The Sims, i Mario/Yoshi/Wario/Donkey Kong, i Castelvania, Worms 2, Professor Layton, Secret Files, CSI, Runaway, Lego –, Nancy Drew… Vi bastano?

I titoli che possono attirare, per via del blasone, e che invece vanno evitati sono: Myst, Splinter Cell, Assassin’s Creed, Rayman e Warhammer.

Fondamentalmente, come accade anche con l’altra console Nintendo e come successo in passato, i titoli migliori sono i classici della casa madre; con l’eccezione dell’imperdibile GTA. Poi il consiglio è di virare sulle avventure punta e clicka, molto meglio giocarli qui che su PC.

Se l’idea di comprare una DSi vi ronzava in testa da qualche tempo, crediamo di aver detto quanto era necessario per chiarirvi definitivamente le idee. Lo ripetiamo: è una console da relax.

Diverso il discorso per i bambini, che hanno centinaia di titoli tra cui scegliere e, loro no, non la vedrebbero come console per giochicchiarci mezz’ora/un’ora.

 

Piace

- Diverso
- Comodo
- Titoli per tutti i gusti
- Prezzo
- Ancora un pieno anno di vita
- Colorazioni diverse e molti accessori

Non Piace

- La parte web è completamente fa rifare
- Tasti posizionati male

Offerte della Settimana
Giudizio
Voti
Qualità
75%
Prestazioni
66%
Caratteristiche
65%
Usabilità
75%
Estetica
70%
71%
Voti
Hai votato
Reazioni
Felice
0%
Sorpreso
0%
Incerto
0%
Triste
0%
Arrabbiato
0%
Mio!
0%