CECT ZOHO W303

Il CECT W303 è un cinafonino molto diffuso su ebay, sia per via della tastiera qwerty che per la compatibilità con le sim 3. Nonostante sia in circolazione da oltre un anno, mantiene ancora un prezzo superiore ai 100 euro, vediamo se li vale…

Ben fatta la confezione, dentro e fuori. Col telefono sono compresi: auricolare, cavo usb, caricabatterie, 2 batterie e manualetto in inglese. Alcuni venditori includono una microsd da 2gb e la pellicola proteggi schermo.

Dalle specifiche tecniche sono da rivedere:

– quei “3000 group of contacts” (qualsiasi cosa sia), i contatti memorizzabili sono infatti 500.
– “260k color”, dall’immagine ci arrivate da soli che non è così…

Su alcuni siti potreste trovare scritto anche “touch screen”, non lo è!

Per quanto riguarda la fotocamera e la qualità delle foto, caliamo un velo pietoso. Lo stesso vale per la qualità dell’audio (e il volume basso con auricolare).

Finché il W303 è spento, non sembra nemmeno un cinafonino. La qualità dell’assemblaggio infatti è buona, il tel scricchiola poco ed il tastierino è ben realizzato.

 

Le sim s’inseriscono dietro la batteria, idem la micro-sd, e solo una supporta il 3G.

L’orrendo display “260k color” XD

 Il telefono è stato acquistato i primi di giugno ed utilizzato per un mesetto, poi ceduto per il suo bene. Non ci andava nemmeno di recensirlo ma ci è giunta la richiesta da un lettore per un “cinafonino con tastiera” e volevamo evitargli il trauma di incappare in questo modello.

Dicevamo: abbiamo ceduto il W303 per il suo bene perché è capace di irritare e non poco durante il suo utilizzo. Partendo dal presupposto che navigare già non è una passeggiata per via della definizione, il tasto centrale non risponde bene ai comandi e la connessione – per ragioni divine – non attinge i dati via wifi ma via sim quando questa è inserita. A questo s’aggiungono crash frequenti del browser.

Il tastierino invece risponde bene ai comandi. Ovvio, non è paragonabile a un BlackBerry e nemmeno ai suoi cugini lontani, però rispetto ad altri cinafonini provati in precedenza è utilizzabile, si scrive in modo abbastanza veloce e capita raramente di sbagliare. È praticamente l’unica cosa che si salva del telefono, dopo la scocca, peccato che a questo punto serva davvero a poco.

La batteria dura poco più di 10 ore se fate solo un paio di chiamate veloci e qualche sms.

Ne sconsigliamo l’acquisto non solo perché non vale i 100 e passa euro di listino ma perché anche a metà prezzo sarebbe un telefono troppo problematico. Ci sono telefoni usa e getta migliori e molto più economici.