MOBILE
Stai leggendo
Motorola MotoSmart
Non approvato
Articolo

Alla ricerca di uno smartphone Android di riserva, ci siamo imbattuti anche nel nuovo Motorola MotoSmart . Il telefono è stato lanciato questa estate ed è rivolto a quella fetta di pubblico che considera gli smartphone poco facili da usare. In tal senso Motorola ha fatto un ottimo lavoro.

Alla prima accensione parte la procedura di configurazione guidata pronta ad accompagnare passo dopo passo chi non ha dimestichezza con gli smartphone. Come detto prima: questa “app” è ben fatta, fruibile da tutti e di grande aiuto. Senz’altro una caratterizzazione da portare sui prossimi smartphone. La semplicità d’uso non si ferma alla configurazione grazie all’interfaccia MotoSwitch 2.0 .

Il telefono è di buona fattura, con un ottimo grip (scelte di design azzeccate) e poco scricchiolante.

 

 

Se la prima impressione è molto positiva, le cose cambiano dopo qualche minuto di interazione, quando i compromessi per il rapporto qualità-prezzo diventano evidenti.

Il display è poco reattivo anche se “poco” non rende forse l’idea della frustrazione che si prova durante le sessioni di navigazione su web. Quando hai a che fare con una risoluzione di 320×480 sai (o dovresti sapere) che questo ti costringerà già di suo ad interazioni continue sulle pagine e puoi anche adattarti. Il problema è se quelle interazioni vanno ripetute più e più volte a causa della cattiva reattività dello schermo. A quel punto semplicemente si rinuncia… Sarà buono per le app e il social…

Purtroppo, nonostante monti la vecchia versione di Android 2.3, i caricamenti sono lenti e i crash delle app frequenti. Su processori da 800Mhz Gingerbread solitamente non gira così male, quindi pensiamo che la colpa sia del firmware per niente ottimizzato. È un peccato poiché vanifica tutti gli sforzi fatti sulla semplificazione dell’interfaccia, rendendo il telefono di fatto inutilizzabile, pur volendo chiudere un occhio sulle altre carenze riportate.

Il colpo di grazia è dato dall’autonomia. Motorola riporta 500 ore di stand by e 6 ore di conversazione, vorremmo sapere: come!? Durante le sessioni di test intensivo è durato poche ore e, praticamente non utilizzato con una sola chiamata di 20 minuti, acceso alle 7 di mattina alle 20 era scarico. Era dai tempi del HTC Diamond che non ci imbattevamo in simili “prestazioni”.

Il prezzo ufficiale è 129€, con 100€ si trova di meglio in circolazione e con una ventina di euro in più anche di molto molto meglio.

Se siete alla ricerca di uno smartphone semplice da usare, prima assicuratevi che funzioni!


Dettagli
Specifiche Tecniche

Caratteristiche principali: Quad Band: GSM 850/900/1800/1900/2100 Mhz EDGE, GPRS, UMTS, HSDPA 7.2 Radio FM, MP3 Player Display 3.5" 262K colori Touch Connessione Bluetooth, Connessione Wi-Fi , Micro USB Video Recorder & Playback Fotocamera 3.0 Mpixel Slot Memory Card Micro SD fino a 32GB, Memoria MicroSD da 2GB, Memoria interna da 165MB Ricevitore GPS integrato, Processore Single 800Mhz In dotazione: Auricolare stereo, Caricabatteria standard Cavo dati Micro USB Dimensioni: 116x63,5x11,2 mm. Peso: 115 grammi Autonomia: (*) Stand by: fino a 500 ore Conversazione: fino a 360 minuti

Offerte della Settimana
Giudizio
Voti
Voto Rapido
47%
47%
Voti
Hai votato
Reazioni
Felice
0%
Sorpreso
0%
Incerto
0%
Triste
0%
Arrabbiato
0%
Mio!
0%