HARDWARE
Stai leggendo
Lenovo Thinkpad X100e
Articolo
I Thinkpad serie X sono gli ultraportatili di Lenovo e l’X100e rappresenta il modello entry-level della serie. A sua volta, lo stesso X100e è disponibile in due versioni: NTT27IX e NTT2FIX, la differenza (100€ circa) è che il primo ha integrato il modem 3G. La precisione era d’obbligo visto che dalla, poco curata, comparazione sul sito si vede soltanto la differenza di prezzo e non la causa.

Le specifiche tecniche complete non si trovano sul sito italiano (o sono molto nascoste), ma solo nelle schede di alcuni negozi online o clickando qui: pdf americano.

In teoria dovrebbe essere disponibile in due colorazioni: rosso e nero, ma ci siamo sempre imbattuti in quella nera. Al primo impatto, dopo averlo visto in foto e poi dal vivo, la voglia di provarlo era molta, incuriositi soprattutto dal trackpad e dalla tastiera.

I primi difetti purtroppo si riscontrano appena lo si ha per le mani: il Thinkpad è solido, ma i materiali non ci piacciono. Si graffia facilmente e questo non depone a favore di un prodotto “ultramobile”. Altro problema sono le due cerniere, troppo deboli, non riescono a tenere ben chiuso il notebook. Poste sotto stress, dopo un continuo apri e chiudi, queste si sono indebolite ulteriormente ed ora lo schermo si sposta al minimo urto (!).
La tastiera è ben fatta, il pannello non si curva nemmeno quando digitiamo più energicamente, ed i tasti sono ben distanziati e la loro curvatura rende confortevole la digitazione. Ovviamente bisognerà farci un po’ l’abitudine, vista la presenza del trackpoint in gomma che rallenta la scrittura a causa della sua posizione. Il touchpad è multi-touch (o multi-gesture), molto piacevole al tatto e della dimensione adeguata.
Lo schermo è opaco (WXGA 11,6″) e l’illuminazione è ampiamente regolabile. Due caratteristiche che i nostri occhi hanno apprezzato sia durante la navigazione che la lettura di lunghi PDF. Provato in treno, si riusciva a leggere tutto nonostante il sole… peccato che una mano doveva tenere fermo lo schermo per le già citate cerniere!

Anche la qualità degli speakerintegrati è più che buona e permette di conversare o di ascoltare qualche video senza l’utilizzo delle cuffie. È scontato: niente musica ad alto volume.

Le prestazioni multimediali, nonostante la Radeon HD3200, non fanno urlare al miracolo: i video HD di YouTube vanno a scatti e dopo qualche ora sono le prestazioni generali a crollare, portando non pochi rallentamenti anche nell’apertura delle pagine web. Questo calo è probabilmente dovuto all’eccessivo surriscaldamento del processore AMD Athlon Neo MV-40 (1.6 GHz single core) oltre che ad una mancata ottimizzazione ad-hoc del sistema operativo Windows 7 Pro. Tra un po’ saliranno le temperature, non è certo un gadget da portare in vacanza.

Sempre colpa della CPU è la scarsa durata della batteria: dalle 2 alle 3 ore a seconda dell’utilizzo. Così come la rumorosità che inizia a diventare fastidiosa man mano che il tutto prende fuoco.

A conclusione dei nostri test, ci siamo chiesti se fosse realmente un Thinkpad di Lenovo e non un clone falsamente brandizzato e venduto sulle bancarelle. Troppe le cose che non vanno e non può essere la sola tastiera a salvare un netbook. Perché di un netbook stiamo parlando, più pesante e meno performante di altri (per surriscaldamento e durata), ma pur sempre un netbook, piaccia o non piaccia a Lenovo che lo piazza tra i notebook… “a un prezzo estremamente conveniente”, 550€ sic!
Reazioni
Felice
0%
Sorpreso
0%
Incerto
0%
Triste
0%
Arrabbiato
0%
Mio!
0%