HARDWARE
Stai leggendo
Toshiba AT200
Articolo

Il Toshiba AT200 è uscito già da qualche mese e si attendeva con ansia l’annunciato aggiornamento del sistema operativo. Un’attesa lunga e poco fruttuosa visto che siamo quasi a luglio e di aggiornamenti non si hanno più notizie. Per questo motivo lo valuteremo così com’è, senza i soliti “risolveranno con l’aggiornamento” che non ci sono mai piaciuti e men che meno troviamo giusto scriverlo in questo caso specifico.

[pe2-gallery] jn_press_showlow_pic (1).jpgjn_press_showlow_pic (2).jpgjn_press_showlow_pic (3).jpgjn_press_showlow_pic (4).jpgjn_press_showlow_pic.jpg[/pe2-gallery]

 

Sottilissimo (7,7mm) e abbastanza leggero (535g), il tablet da 10,1″ di Toshiba cattura subito l’attenzione e a colpo d’occhio si ha la sensazione di aver comprato un prodotto di qualità, dal design curato e dai materiali resistenti. Nonostante lo spessore, infatti, presenta pochi scricchiolii quando premiamo con un po’ di forza in più e si piega pochissimo.

 

Specifiche TecnicheVedi

Purtroppo gli aspetti positivi finiscono qui, alle prime impressioni da spento e primissime da acceso. Poi si passa alle delusioni.

Intanto si parla di «anti-fingerprint screen» ed è assurdo. Le ditate restano quanto su altri tablet ma, essendo lo schermo molto riflettente, si notano di più. Lo schermo non è il top rispetto ad altri tablet usciti negli ultimi mesi, certo, però lascerebbe molto soddisfatti senza questo problema dei riflessi. È un peccato.

Altra noia in cui si incappa utilizzandolo – e a cui non avevamo proprio fatto caso – è il bordo irregolare. È come se la scocca fosse stata intagliata grossolanamente, senza essere rifinita. Utilizzandolo quotidianamente si finisce col trovarsi qualche screpolatura sulle dita a causa di questo leggero effetto tagliente. Strano che la Toshiba non abbia fornito di serie una custodia (praticamente indispensabile a chi ha mani delicate) per ovviare a questo problema d’assemblaggio.

Buone le prestazioni. Non abbiamo riscontrato problemi di sensibilità, riavvii automatici e blocchi del sistema. Qualche problema si è presentato solo dopo l’uso intenso per testare la batteria, con crash del browser e barre lampeggianti. In un’occasione abbiamo riscontrato anche un forte rallentamento nell’apertura dei siti web che non si è più ripresentato dopo il riavvio del tablet. Sinceramente, vista la discontinuità con cui si sono presentati i problemi, non sappiamo dire se siano dovuti all’hardware o al software. Certo da un tablet che oggi costa 350/400 euro ci aspetteremmo degli aggiornamenti frequenti e soprattutto  l’Aggiornamento con la A maiuscola alla più recente versione di Android. Nemmeno i tablet importati da 90€ montano più la 3.2!

Offerte della Settimana
Giudizio
Voti
Voto Rapido
51%
51%
Voti
Hai votato
Reazioni
Felice
0%
Sorpreso
0%
Incerto
0%
Triste
0%
Arrabbiato
0%
Mio!
0%