GADGETS
Stai leggendo
Convar BytePac
Articolo

CONVAR BYTEPAC Come conservate i vostri hard disk? Quelli che avete messo da parte con gli anni, man mano che c’era bisogno di maggiore memoria; sopravvissuti ai ciclici upgrade dell’hardware poiché una cosa è vendere la vecchia VGA, un’altra è dar via l’HDD col rischio che il compratore recuperi tutti i dati cancellati. Di solito questi HDD stanno in uno scatolino nell’armadio o ad un angolo della libreria a prender polvere. C’è anche chi continua ad utilizzarli come unità d’archiviazione esterna, per la comodità di immagazzinare giga di foto e video sull’unità invece di masterizzare e catalogare decine di DVD. In ogni caso ci sono due problemi:

1 – La sistemazione
2 –  Il dover smontare ogni volta il box esterno per sostituire l’HDD

BytePac tenta di risolvere entrambi i problemi grazie a dei box economici e un sistema modulare per connetterli al PC (o alla console).

[pe2-gallery] 1.jpg2.jpg3.jpg4.jpg5.jpg6.jpg7.jpg8.jpg[/pe2-gallery]

 

 

Il primo passo per cominciare ad utilizzare il sistema BytePac è l’acquisto del Kit che comprende 3 box e i cavi per connettere l’HDD (SATA) al PC (USB 2 o USB 3).

Il kit è recapitato all’interno di una confezione che può essere utilizzata a sua volta come contenitore in modo da tenere compatti i box per gli HDD. Dalla confezione esterna ad ogni singola parte dei box per gli HDD è tutto realizzato in cartone. Una scelta che senza dubbio spiazza, abituati come siamo ai box in alluminio o altra lega. Saranno fragili? L’HDD è ben custodito? Il calore si accumula troppo?

Queste sono le domande che noi stessi ci siamo posti nell’andare a testare il BytePac, rimanendo piacevolmente sorpresi dai risultati.

Intanto i singoli box sono realizzati con la massima cura per custodire i dischi. Non c’è alcun pericolo che questo si muova all’interno o che il box si apra all’improvviso facendolo cadere.

 

 

[pe2-gallery] bytepac-kit (1).jpgbytepac-kit (2).jpgbytepac-kit (3).jpgbytepac-kit (4).jpgbytepac-kit (5).jpgbytepac-kit (6).jpgbytepac-kit (7).jpgbytepac-kit (8).jpgbytepac-kit (9).jpgbytepac-kit (10).jpgbytepac-kit (11).jpgbytepac-kit.jpg[/pe2-gallery]

 

 

Ogni singolo box è sostanzialmente un foglio di cartone rigido, quindi molto leggero, piegato ad arte per imballare l’HDD; lo tiene in posizione senza bisogno di alcuna vite ed assorbe le vibrazioni. Sia sulla parte frontale che sul retro sono previsti dei fori per garantire un minimo di dissipazione. Il BytePac è pensato per archiviare i vostri dischi, garantendone una gestione veloce, non per essere utilizzato come unità esterna in pianta stabile. Per la stessa ragione non è presente il pulsante di spegnimento.

L’esterno di ogni box/custodia consiste in una copertina che evita le aperture accidentali e consente di etichettare ogni box. Le copertine comprese nel kit sono quelle già viste, color cartone, ma sul sito ufficiale sono disponibili anche in altre fantasie. Inoltre, andando qui: http://www.bytepac.com/downloads.php?language=5 , potrete  scaricare gratuitamente dei template già pronti o il modello personalizzabile per realizzare da soli le vostre copertine. Iniziativa, quest’ultima, che sarà gradita a quanti hanno un po’ storto il naso di fronte al design originale.

 

[pe2-gallery] bytepac-exclusive-fun-wildmix (1).jpgbytepac-exclusive-fun-wildmix (2).jpgbytepac-exclusive-fun-wildmix (3).jpgbytepac-exclusive-fun-wildmix (4).jpgbytepac-exclusive-fun-wildmix.jpg[/pe2-gallery]

 

La natura modulare dei BytePac  ci porta in ultima analisi a parlare della componente fondamentale, quella che si acquista una volta soltanto: i cavi. La loro qualità e la tenuta dei connettori sono di fondamentale importanza visto che l’utilizzatore finale li “strapperà” decine e decine di volte scambiando gli HDD. Fortunatamente sono ottimi e anche tirandoli via con una certa irruenza non si rovinano (al massimo roviniamo l’HDD). Per dare maggior tranquillità, la garanzia è di ben 5 anni.

Riepilogando: BytePac è la soluzione definitiva per chi ha la necessità di archiviare i suoi vecchi HDD in maniera sicura ed economica. Il sistema modulare è il modo più pratico e veloce per passare da un archivio all’altro senza ogni volta dover cercare la cavetteria adatta al tipo di unità. BytePac è fatto di cartone ondulato che non a caso è il più noto materiale d’imballaggio; nelle cadute accidentali è più sicuro di un box in alluminio o in plastica (il primo non attutisce e la seconda si spacca).

La spesa iniziale, per il kit con i cavi, è di €39,95 per la versione USB 2.0 e di €51,85 per la 3.0. Il costo per ampliare la “collezione” è di €13,99 per 3 box.

 

 

love.png.jpgeasy.png.jpg

 

 

p.s.: A marzo sarà disponibile il modulo per i vecchi HDD IDE al prezzo di €15

 

[pe2-gallery album=”http://picasaweb.google.com/data/feed/base/user/117305950321697779382/albumid/5709191992073455665?alt=rss&hl=en_US&kind=photo” ]

Offerte della Settimana
Giudizio
Voti
Qualità
74%
Prestazioni
72%
Caratteristiche
78%
Usabilità
66%
Estetica
69%
72%
Voti
Hai votato
Reazioni
Felice
0%
Sorpreso
0%
Incerto
0%
Triste
0%
Arrabbiato
0%
Mio!
0%