GADGETS
Stai leggendo
Samsung SMX-K44
Articolo
«Record SD, Play Full HD» è il motto che troviamo sul sito della Samsung se andiamo a leggere le informazioni e le specifiche tecniche di questa videocamera. Un modo gentile per dirti: “non è Full-HD però…” ma ne parleremo dopo.

Non essendo né registi, né cameraman, né tanto meno cecchini, la prima cosa che ci interessa quando utilizziamo/valutiamo una videocamera è la stabilità dell’immagine. Perché, vuoi la vita un po’ di corsa che facciamo tutti, vuoi la tensione che non manca mai, la manina il tremore ce l’ha sempre e ci siamo già trovati in condizione di non poter utilizzare alcuni prodotti proprio perché non dotati di un buon stabilizzatore d’immagine.

La Samsung K44 è leggera, piccola, molto maneggevole e con i pulsanti nelle giuste posizioni. Aspetti che favoriscono l’impugnatura quanto la scioltezza delle nostre azioni durante la ripresa. Il video si mantiene sempre a fuoco anche se andate a zoomare leggermente (a 65X non ce la farebbe nemmeno Vasilij Zajcev).
La qualità delle immagini riprese non è eccezionale in confronto a concorrenti della stessa fascia di prezzo e c’era da aspettarselo. Parliamo pur sempre di una risoluzione VGA 720×480, senza prendere minimamente in considerazione le foto che vengono meglio con quasi tutti i telefonini da 90€. Tornando ai video, la K44 ha bisogno di molta luce per rendere al meglio, mentre in ambienti chiusi o quando il cielo è nuvolo, le immagini si scuriscono ancor di più e la fedeltà dei colori sventola bandiera bianca. La durata della batteria è di circa due ore.
Facendo un passetto indietro, a stupirci di questa videocamera invece è stato lo zoom. Leggendo 52X ottico e 65X “Intelli-zoom”, abbiamo storto il naso e cominciato a chiederci in che misura lo zoom digitale avrebbe distorto l’immagine. Invece questa combinazione ottico-digitale, chiamata Intelli-zoom appunto, si comporta davvero bene ed i primi giorni molti si divertiranno come novelli James Bond a catturare qualche particolare da distanze notevoli (con un buon cavalletto a portata di mano). La messa a fuoco non è rapidissima quando superiamo la capacità ottica, però ne abbiamo viste di più lente.
Saltando le funzioni comuni con altre videocamere, passiamo a quello che ci/vi hanno fatto credere fosse il punto di forza di questo apparecchio e che invece, opinione nostra of course, è il punto debole: il SSD da 16GB.
Ormai sono tre anni che si incensa questa tipologia di drive e se è vero che rappresentano il futuro è altrettanto vero che ancora oggi abbiamo pochissimi metri di paragone per poterci fare un’idea dell’effettiva qualità di quello che abbiamo sottomano. Per esempio il drive di questa fotocamera non sappiamo se è di buona qualità o meno, l’unico modo è utilizzarlo per vedere quanto durerà… intanto la spesa è stata fatta. In più questi ssd vengono a costare molto più, non solo dei vecchi hdd ma anche delle schede di memoria. E se è vero che sono più resistenti di un normale hdd, è altrettanto vero che manco le memorie sono delicate o pesanti. Qui torniamo a parlare dei dubbi sulla qualità, ci sono SSD da 16GB che sono fuori produzione, altri che costano 50€ ed altri ancora da 150€, secondo voi Samsung avrà inserito quello da 150€? Ovviamente no… Marketing, pagato a caro prezzo, per quanti non vedono l’ora di avere qualcosa con dentro un SSD. Una considerazione, quest’ultima, che ovviamente estendiamo anche ad altri marchi.
Se poi siete soliti aggiornare spesso i vostri gingilli tecnologici e vendere l’usato, ricordate che per le videocamere che registrano sulle schede di memoria vi basta tenere quella e la privacy è salvaguardata, quando invece la memoria è interna servono un wipe e le dita ben incrociate.
Per ultimo abbiamo lasciato il secondo “punto di forza”, cioè l’uscita HDMI con la capacità di upscaling a 1080p. Il risultato è sembrato soddisfacente su una TV piccola e, seppur con la risoluzione siamo lì, sicuramente il risultato sarà diverso su schermi più grandi come i 36” o i 42”. Senza dubbio un upscaling migliore di quello che fa di suo il televisore.
Complessivamente una telecamere discreta che, tolti il SSD e l’alone di marketing attorno a quest’ultimo, poteva costare meno ed ottenere un giudizio più positivo. Il prezzo, che si aggira attorno ai 350€, la eleva ad un livello che non le appartiene e che rende molti altri prodotti più appetibili di questa VGA.
 
Reazioni
Felice
0%
Sorpreso
0%
Incerto
0%
Triste
0%
Arrabbiato
0%
Mio!
0%