MOBILE
Stai leggendo
BlackBerry Z10
Articolo

Il BlackBerry Z10 è uscito da un po’ e noi, con la consueta calma, abbiamo voluto utilizzarlo in modo intenso prima di pubblicare la recensione, senza la fretta di arrivare primi. Per le specifiche tecniche, as usual, vi rimandiamo al sito ufficiale.

La prima impressione è quella di avere a che fare con uno smartphone ben assemblato e resistente. La parte posteriore è rivestita da una patina gommosa e zigrinata che restituisce una buona sensazione al tatto oltre a facilitare l’impugnatura. Non è un telefono che si usa agevolmente con una mano sola, com’era facile intuire dalle dimensioni. Quindi ok pochi gesti con una mano ma non ci scriverete lunghi sms.

La nostra paura principale, quando non vediamo la scritta “Gorilla Glass” su telefoni tanto costosi, è la fragilità dello schermo. In realtà l’alternativa utilizzata da BB, “Touch on Lens” della taiwanese TPK, è valida e il display non si danneggia facilmente. Lasciandolo cadere un paio di volte sul pavimento, da altezza orecchio, si è aperto il vano batteria ma il telefono è rimasto intatto. Certo non lo metteremmo insieme alle chiavi. Particolarità del “Touch on Lens” è che la pellicola touch è attaccata subito dietro il sottile strato di “vetro”, ciò garantisce una maggiore sensibilità ma significa anche che se lo schermo si incrina dovete portarlo subito a sostituire.

Le prestazioni del display sono buone, la visibilità è garantita anche sotto la luce diretta e la risoluzione di 356ppi offre una grande nitidezza a testi e immagini. Per questioni di autonomia purtroppo vi toccherà abbassare la luminosità quasi al minimo però. Vedremo dopo perché.

Ultimo aspetto positivo del terminale è la tastiera su schermo. Dopo un utilizzo intenso, ormai abituati alla conformazione, si scrive velocemente e difficilmente si incappa in un errore o in un attimo di lag. È favolosa. Un lavoro incredibile che solo BlackBerry poteva fare. Meno utile abbiamo trovato i suggerimenti che lavorano meglio in inglese rispetto all’italiano, dove più che altro rallentano la scrittura se uno vuol starci dietro.

Terminati gli aspetti positivi, passiamo a quelli negativi.

L’avvio è lento, ai livelli dei vecchi Windows Mobile e lo stesso vale per lo spegnimento. Così com’è lenta la navigazione su web, anche senza abilitare il Flash.  Non ci mettiamo la mano sul fuoco ma sembra essere un problema del browser, perciò un problema che prima o poi potrebbero risolvere.

L’interazione gestuale, che dovrebbe essere il punto di forza dello Z10, in realtà è piuttosto macchinosa e poco intuitiva. Ovviamente siamo tutti capaci di leggere le istruzioni e dire “che ci vuole?”, ma da qui a diventare un automatismo ce ne passa.

Un’altra potenziale pecca (che potrebbero risolvere un giorno lontano) riguarda il punto di forza numero 2: BlackBerry HUB. Le notifiche sono scarsamente personalizzabili a livello di filtri; chi ha multiaccount su Twitter e Facebook deve disconnettersi e riconnettersi ogni volta (l’app di Facebook fa pena a prescidere); non è possibile impostare il tempo di refresh su tutte le notifiche e questo contribuisce ad abbassare notevolmente l’autonomia della batteria.

La fotocamera è discreta sia nelle foto che nei video, quello che ci si aspetta da uno smartphone. Da rivedere la funzione “time shift” che oggi è solo una perdita di tempo.

Ultimo e più importante è il problema della batteria. BB dichiara fino a 10 ore di conversazione 3G e  13 gioni di standby. Come spesso accade, sono dati farlocchi.

Con un utilizzo da “lavoro col telefono”, ovvero con chiamate frequenti (qualità audio più che buona), navigazione su web, qualche MP3/video in metro e tante email, la batteria non arriva all’ora di pranzo. Diventa obbligatoria la batteria di scorta. Con un uso moderato, senza lunghe telefonate amorose, può invece durare fino a sera; a patto che evitiate le notifiche istantanee, il WiFi e che teniate la luminosità al 20%. In pratica: se non lo utilizzate come uno smartphone allora vi dura.

Il prezzo di listino è di 699€, a cui probabilmente aggiungere il prezzo della seconda batteria e del relativo caricabatterie (attualmente nei negozi si trovano già insieme). Senza un bundle di qualità, con un sistema operativo da scoprire e un market poverissimo di app decenti, il prezzo è una follia!

 

 

Specifiche Tecniche del BlackBerry Z10

Immagini ad alta definizione del BlackBerry Z10

Offerte della Settimana
Giudizio
Voti
Qualità
80%
Prestazioni
67%
Caratteristiche
65%
Usabilità
77%
Estetica
65%
Sintesi

Se siete fan di BlackBerry e digiuni di altri sistemi operativi, questo Z10 vi renderà felici. In caso contrario ci troviamo di fronte a un sistema che ha ancora bisogno di crescere e per cui non vale la pena di lasciare il patrimonio di applicazioni usate (e acquistate!). A questo prezzo poi...

73%
Voti
Hai votato
Reazioni
Felice
0%
Sorpreso
0%
Incerto
0%
Triste
0%
Arrabbiato
0%
Mio!
0%