HARDWARE
Stai leggendo
TERRATEC CINERGY S2 PCI HD
Articolo

Non so perché in Italia le schede TV vengano snobbate dalle testate specialistiche, online e non, però è così. Dopo le pessime esperienze con tre diversi modelli Pinnacle (per carità, buone le schede ma i driver sono pessimi quasi quanto il supporto), e dopo essermi documentato un po’ online, alla ricerca di eventuali problemi e/o incompatibilità dei drivers, mi sono fiondato sulla Terratec Cinergy S2 HD.

Ho deciso di comprare una scheda TV al posto di un decoder+recorder “da salotto” perché la TV la guardo poco. Seguo poche trasmissioni e telefilm, di conseguenza non ho affrontato nemmeno la spesa per una nuova TV e la definizione del monitor è superiore. Quindi, ragioni sia pratiche che di portafogli mi hanno spinto a scegliere una scheda che economica non è (costa intorno ai 120€) ma che resta conveniente rispetto al resto dell’attrezzatura – nuova TV compresa – che mi toccherebbe acquistare per la soluzione da salotto.

Nella confezione, insieme con la scheda, trovate il telecomando, il modulo CI ed i cd con drivers e software.

LA SCHEDA

Piccola, poco ingombrante, è adatta ad ogni tipo di case. Ci sono due cose però che mi hanno lasciato un po’ d’amaro in bocca.
La prima è l’assenza di un doppio canale, roba che ormai hanno anche i decoder più economici.
La seconda è la mancanza di dissipatori su tutti i chip. Non dico una ventola, ma almeno dei dissipatori passivi!
La scheda infatti scalda molto… E se l’inverno è la temperatura esterna a metterci una pezza (a meno che non regoliate i termosifoni al punto da stare in pantaloncini dentro casa), d’estate, dopo quindici minuti di registrazione o qualche ora di visione, il software vi crasherà irrimediabilmente a causa del surriscaldamento dell’hardware.
Se è vero che comprare qualche dissipatore non costa tanto, quando ho chiesto all’assistenza se questo avrebbe compromesso la garanzia la risposta è stata affermativa. Quindi pensateci bene.

Insieme alla scheda TV troviamo, come detto, il modulo CI. Questo modulo va inserito proprio di fianco alla scheda, in uno slot separato, quindi calcolate anche questo particolare se avete in mente di comprarla e di utilizzare il modulo. Io, avendo già una scheda video che si frega 2 slot + 1 per far girare l’aria, mi sono trovato ad avere giusto giusto 2 slot liberi. Questo cosa significa? Che conviene prendere una scheda esterna? Non lo so e non credo. Il problema del surriscaldamento estivo ce l’avrà di sicuro anche la periferica esterna.. e se nel case ho potuto piazzarci una ventola vicino, per tutto il periodo estivo, la cosa rischia di diventare più complessa con una pennetta USB. Se alla Terratec avessero riflettuto un’attimo sul fatto che gli slot PCI sono in via d’estinzione, questi problemi non si sarebbero posti.
Il modulo l’ho testato con una CAM di un amico e non da’ alcun problema di compatibilità. Quindi, se siete abbonati a SKY o ad altro, potrete tranquillamente seguire i vostri eventi preferiti tramite questa scheda (dopo aver acquistato il modulo CAM, non incluso).

IL TELECOMANDO

Alimentato da due pile AAA (in dotazione trovate le cinesi “Dishy”, quindi compratele direttamente nuove), il telecomando è di forma allungata, ergonomico e molto leggero. Esteticamente si presenta bene, di gran lunga più bello di quelli offerti dalla concorrenza. I tasti in gomma sono ben posizionati e qualsiasi funzione è gestibile direttamente dal telecomando, senza avere mai il bisogno di alzarsi per cambiare questa o quella impostazione dal PC.
Col software, incluso, Terratec Remote Control Editor, potrete inoltre personalizzare le funzioni dei tasti e controllare anche le funzioni esterne alla TV. L’ideale per chi vuole utilizzarla con un HTPC e media center.
Piccola pecca è che trasmette via IR, potevano integrare il bluetooth per evitare sia il cavetto che il solito dover stare di fronte.

IL SOFTWARE

Il vero cuore pulsante di Terratec. I driver sono impeccabili ed il software Terratec Home Cinema non solo è di semplice utilizzo ma in un anno mi sarà crashato 5-6 volte, di cui 2 per il già citato surriscaldamento a cui ho posto subito rimedio.
Evito di dilungarmi sulle millemila funzioni presenti: quello che si può fare con un normale decoder, si può fare anche qui. Intendo dedicarmi invece alla ricerca dei canali ed alla qualità della registrazione.

Tra le opzioni abbiamo un comodo filtro programmi in chiaro/programmi criptati, in modo da fare direttamente una cernita, senza dover scorrere una lista già numerosa di canali italiani e stranieri.
Poi dovrete decidere la modalità di scansione (vedi immagine) e qui io consiglio quella satellitare, un buon compromesso tra accuratezza e velocità (circa 20 minuti). Se avete fretta, potete scegliere di importare la lista da internet. Queste liste non sono aggiornatissime, ma trovate comunque tutti i maggiori canali.
Altro piccolo consiglio è quello di effettuare, di tanto in tanto, una scansione satellitare per vedere se sono spuntati nuovi canali.

I nuovi canali verranno aggiunti e segnalati in grassetto. Come vedete, a nascere più spesso sono quelli “hot”, che poi non sono altro che i classici spot in cui sarete incappati sulle emittenti locali. Lo dico per non illudere gli interessati, niente film free 😉
Di canali HD in chiaro, a differenza degli anni passati, ormai non c’è nemmeno l’ombra. Quel “Rai HD 1” è solo un canale di test, perennemente offline.



Passiamo ora ad un punto semi-dolente: la registrazione. Con la mia configurazione, niente di eccessivo ma nemmeno terra-terra (core2 duo E8500, 6gb di ram), quando provai a registrare in HD riscontrai dei problemi: o di tanto in tanto la registrazione saltava qualche secondo o veniva a mancare la sincronia tra audio e video. Cosa che accade anche se registro un canale normale alla massima qualità con i codec divx. Cosa futile, perché – vista la qualità del segnale – la differenza è irrisoria, però da’ fastidio non poterlo fare.
Il codec che non da problemi (a meno che non apriate altri 10 programmi in contemporanea) è l’MPEG 2.
Questo lo screen preso da un DVD:

E questo quello preso da una registrazione:

Come potete osservare con i vostri occhi, la qualità resta comunque eccellente, superiore a quella di un normale DVD. Cala un po’ quando si registra un’emittente piccola, a causa della diversa qualità del segnale, ma resta ottimale ed è molto meglio delle registrazioni che otterreste con diversi dvd-recorder e pvr.
Per l’HD resta il dubbio. I drivers nel frattempo sono stati aggiornati ed è possibile che Terratec abbia rimediato al problema. In ogni caso, lo ripeto ancora una volta, i risultati sono migliori rispetto a molti PVR. La differenza è che qui potrebbe essere necessario smanettarci un po’.

Ultima nota, per chi è interessato ad utilizzare la CAM Samsung (quella per il digitale terrestre) e la scheda TivùSat, il sito della Terratec riporta che il 20 agosto scorso sono stati eseguiti dei test e che tutti i canali del digitale terrestre risultavano visibili.
Mentre le CAM le trovate in vendita anche su eBay, la scheda viene allegata solo con i decoder appositi (80/100 euro, bella fregatura), quindi è giusto un’info per chi la possiede già e vuole registrare i programmi su PC.

Nel complesso, vista anche l’ulteriore compatibilità emersa, la Cinergy S2 è la migliore scheda sat PCI in commercio. Le piccole pecche poste in evidenza, vengono compensate dalle prestazioni e da un software di supporto che è diverse spanne sopra la concorrenza. Provare per credere 😉


Reazioni
Felice
0%
Sorpreso
0%
Incerto
0%
Triste
0%
Arrabbiato
0%
Mio!
0%